Irrigazione intelligente e salva-sprechi: ecco perché installare un impianto d’irrigazione automatico

Irrigazione intelligente e salva-sprechi: ecco perché installare un impianto d’irrigazione automatico

Ogni estate la stessa storia.

Com’è possibile che anche a luglio inoltrato l’erba del vicino sia sempre più verde della tua?
Sei certo che anche per lui innaffiare a mano sia una fatica, eppure i risultati sono molto diversi dai tuoi: ma come farà?

Non tormentarti, non è un sortilegio.
Anzi, la spiegazione è molto, molto semplice.

Il tuo vicino di casa ha semplicemente pensato di installare un impianto automatico d’irrigazione.

Quali sono i vantaggi?
E perché anche tu dovresti seguire il suo esempio?

Te lo spieghiamo noi:

3 buone ragioni per preferire l’irrigazione automatizzata a quella manuale.

Ecco perchè scegliere un impianto di irrigazione

#1 Dirai addio agli sprechi

Parliamoci chiaro: per vasi di piccole e medie dimensioni o per il tuo prezioso angolo delle erbe aromatiche, l’annaffiatoio rimarrà sempre il tuo fedele compagno di giardinaggio.

Ma se stai pensando che per il tuo giardino o per il tuo orto non sia necessario un impianto automatico, ti sbagli.
In realtà sempre più persone lo preferiscono a prescindere dalle dimensioni del proprio spazio verde.

Infatti a differenza dell’irrigazione manuale a lancia o con il classico tubo da giardino, con il sistema automatico puoi:

  • risparmiare molta acqua evitando sprechi che spesso causano ristagni e danneggiano le radici delle piante
  • regolare la pressione del getto che, se troppo alta, potrebbe nuocere a prato e zolle

Durante i mesi estivi – in linea generale – il prato va irrigato ogni 4/5 giorni fornendo ad ogni metro quadrato non meno di 30 litri d’acqua.

In estate però la cosa fondamentale è la tempistica: come mai?

Nelle ore più calde della giornata si rischia di  irrigare inutilmente perché la maggior parte dell’acqua evapora in breve tempo.
Farlo invece dopo il tramonto o intorno alle 4.00 del mattino sarebbe perfetto così da limitare quanto più possibile la dispersione d’acqua.
Alle 4.00 del mattino?

Cosa?! Ma io dormo a quell’ora!

Eccoti un altro motivo per installare un impianto automatico d’irrigazione!

#2 Apre il rubinetto al posto tuo

irrigazione automatizzata
Foto via Camster
  • Se il tuo prato è molto grande e non ti va di correre con un tubo di gomma  su e giù per il prato
  • Se hai prenotato due settimane di vacanza a chilometri da casa
  • Se in estate dopo il tramonto sei a fare aperitivo o alle 4.00 del mattino stai beatamente dormendo

Beh, senza dubbio l’impianto automatico fa al caso tuo!

Questi sistemi infatti sono collegati a dei timer che – una volta programmati – entrano in funzione anche quando non sei in casa ad intervalli di tempo prestabiliti e per una determinata durata. Vedrai che risultati!

Non dovrai più temere l’arrivo del caldo torrido, sprecherai meno acqua, innaffierai correttamente e l’erba del tuo giardino sarà finalmente più verde di quella del tuo vicino!

#3 Puoi scegliere il sistema più adatto alle tue esigenze

impianto di irrigazione automatizzato
Foto via ferramentaonline.com

Anche se oramai ne esistono davvero di tutti i prezzi, installare un impianto automatico d’irrigazione comporta inizialmente una certa spesa.

Ma è anche vera un’altra cosa: ridurrai presto i costi complessivi, soprattutto per quanto riguarda l’acqua.
Non solo!

In base alle esigenze del tuo spazio verde e alla tipologia di piante, puoi scegliere il sistema più adatto alle tue esigenze. I più diffusi sono:

  • Impianti fuori terra

È il sistema più semplice ed economico per l’innaffiatura di piccole superfici. I tubi non sono interrati ma sono ben visibili, per alcuni una scelta antiestetica ma comunque efficace per portare l’acqua fino alle zone da irrigare.

  • Impianti interrati

A differenza della precedente, questa è la soluzione più adatta per prati o giardini di grandi dimensioni. Le tubature si trovano sotto il terreno a una profondità di sicurezza di almeno 30 centimetri e l’impianto, comandato dalla centralina, può fornire acqua anche in diverse aree con differenti modalità di erogazione.

Inoltre potrai scegliere tra:

  • Irrigatori statici, che non sono dotati di parti mobili
  • Irrigatori rotanti, che ti permetteranno di gestire rotazione e direzione del getto

Per un risultato eccellente, abbina poi alla centralina tester di umidità o sensori di pioggia: irrigherai  utilizzando l’esatta quantità d’acqua necessaria per il benessere del tuo verde.

Ne vuoi sapere di più?

Vieni a trovarci nel nostro Garden Center di Via Ettore Fieramosca, a Ragusa.

Con i nostri consigli potrai progettare il tuo sistema d’irrigazione automatica in maniera corretta e finalmente non solo il tuo prato, ma anche le tue aiuole e le tue siepi potranno essere innaffiati nella maniera più efficace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.