5 buoni motivi per giocare “Al Giardiniere” coi tuoi figli

5 buoni motivi per giocare “Al Giardiniere” coi tuoi figli

Da qualche giorno è suonata la campanella dell’ultimo giorno di scuola: le vacanze estive sono iniziate e i tuoi figli corrono qua e là per casa cercando qualcosa da fare. Improvvisamente hanno tanto tempo libero e non ti piace affatto vederli a non far niente per ore e ore, magari davanti alla TV o ai videogames?

Inoltre da genitore sei sempre più convinto che sia diventato impossibile sottrarre i tuoi piccoli dall’influenza che computer e smartphone hanno sulle loro vite.

Ma non scoraggiarti!

È vero che sono diventati oggetti della quotidianità, questo però non deve impedirci di creare delle valide alternative per formare nella maniera migliore gli uomini e le donne di  domani: ma da dove iniziare?

Noi abbiamo la risposta e in questo articolo ti spiegheremo le ragioni per cui dovresti portare i bambini con te in mezzo alla natura:

uscite all’aria aperta, si gioca a fare il giardiniere!

#1 È un gioco divertente e allo stesso tempo educativo

foto via www.nonsprecare.it

Quale bambino non ama sporcarsi le manine affondandole nel terreno? E quante volte vi avrà chiesto: “Mamma, Papà… posso innaffiare io?”.

Coinvolgere i bambini nelle attività di giardinaggio può e dev’essere un gioco, devono aver voglia di farlo, devo sentirsi liberi di provare e sperimentare. Allo stesso tempo con il tuo aiuto inizieranno a piantare i semi e  a lavorare il terreno, impareranno i nomi delle piante e lavorando un piccolo orto avranno l’occasione di capire quali prodotti maturano durante i diversi periodi dell’anno.

Insomma, pian piano prenderanno coscienza del loro ruolo. In che modo?

Fai capirei ai tuoi figli che è importante essere pazienti, che quei semi che hanno piantato con le loro manine un giorno diventeranno delle piante che a loro volta daranno vita a fiori, frutta o verdura.

Questo li farà sentire parte di un processo vitale e ne sentiranno la responsabilità: quando raccoglieranno i frutti del loro lavoro si sentiranno realizzati e gratificati!

#2 Impareranno a rispettare la natura e l’ambiente

Foto via www.vegetable-gardening-online.com

Sicuramente la scuola dà un prezioso contributo nell’insegnare ai bambini il rispetto per la natura e l’ambiente. Ma anche tu puoi fare la differenza!

Prendersi cura di un giardino insieme a te o – ancora meglio – riservandone a loro una  piccola parte, aiuterà i piccoli a rispettare quello spazio e quello che lì sta pian piano crescendo, ance solo ripulendolo dalle erbacce e togliendo le foglie secche.

Piantare dei semini, assistere via via alla loro evoluzione in piantine, toccare le radici, raccogliere i frutti e ammirare i fiori farà capire loro la straordinarietà della natura e dei suoi cicli. Per questo cominceranno ad amarla e a rispettare l’ambiente e gli altri essere viventi, sia che siano piantine o minuscoli insetti.

E chissà che non inizieranno pure a mangiare verdure che prima rifiutavano!

Inoltre puoi fin da subito insegnare ai tuoi bambini l’importanza di trattare le sue piantine con sensibilità: se si dovessero ammalare per qualche motivo spiega loro che non tutto è perduto. Che è possibile farle guarire con prodotti naturali che non fanno male né alla terra nè all’aria che respiriamo. Insomma, insegnerai loro a non inquinare!

# 3 Impareranno ad utilizzare e riconoscere i piccoli attrezzi del mestiere 

foto via www.familyfunpa.com

Se i tuoi figli sono già grandetti sicuramente potrete utilizzare insieme i tuoi rastrelli, le tue palette e  i tuoi annaffiatoi. Ma per coinvolgere i più piccoli in questa splendida attività puoi iniziare con un regalo: quale?

Ma ovviamente una bella divisa da piccolo giardiniere! Indossare grembiule, guanti e stivaletti di gomma li entusiasmerà e si caleranno meglio nel personaggio se avranno tutto quel che serve per “giocare al giardiniere”.

Nei negozi di giocattoli o sul web potete trovare tantissime soluzioni e set di giardinaggio per bambini completi sia di attrezzi che abbigliamento: colorati e maneggevoli, sono perfetti per stimolare i bambini a lavorare la terra e impareranno a cosa servono e come usarli.

Una volta rimediata l’attrezzatura, potrete giocare dappertutto: l’importante è che siate pronti a sporcarvi!

#4 Metteranno in gioco la loro creatività

Foto via fancyhollow.wordpress.com, archistyle.it e casaideefaidate.com

Il bello del giardinaggio è che ci si può divertire ancora prima di iniziare a seminare. Hai mai parlato ai tuoi figli di riciclo creativo

No? Beh, non c’è momento più adatto di questo!

Invece di usare dei noiosi bicchieri di plastica puoi:

riutilizzare dei vecchi vasi da colorare con le tempere o abbellire con decorazioni
adornare con nastri e disegni contenitori di alluminio, di vetro o delle bottiglie di plastica tagliate a metà

Inoltre per imparare più velocemente i nomi delle piante puoi creare delle simpatiche etichette:

con i bastoncini dei gelati o dei ghiaccioli
con dei vecchi cucchiai di legno o di acciaio

E se amate i colori potete anche dipingere delle pietre, così da avere un giardino allegro e accogliente. Vedrai, i tuoi figli non vorranno più andarsene da lì!

#5 Fa bene alla loro salute

Proprio così!

Hai mai sentito parlare di Garden Therapy? Secondo molti esperti passare del tempo in giardino, lavorare la terra e stare a contatto con la natura contribuirebbe ad alleviare lo stress, a tenersi in forma e a migliorare l’umore.

Lo stesso effetto che ha sugli adulti naturalmente lo ha anche sui più piccoli, con ulteriori risvolti positivi!

Trascorrerete insieme del tempo all’aria aperta, lontani da dispositivi elettronici e tv

I bambini saranno più disposti a mangiare verdure, se sono state coltivate da loro

Miglioreranno le loro abilità motorie, in quanto stare in giardino vuol dire anche fare parecchio movimento.

È proprio vero quindi che il giardinaggio è un rimedio miracoloso! Insegna questa meravigliosa Arte ai tuoi figli e portali nel nostro Garden Center di via Ettore Fieramosca,  a Ragusa: saranno proprio loro a scegliere le piantine o i semi che preferiscono piantare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.