3 rimedi naturali per tenere i parassiti lontani dal tuo giardino

3 rimedi naturali per tenere i parassiti lontani dal tuo giardino

Chi ha detto che l’unico modo per eliminare gli odiati parassiti è utilizzare i pesticidi?

In questo periodo infatti potresti dovertela vedere con questi sgraditi ospiti che, insieme ad altre
malattie fungine, infestano le piante del tuo giardino o del tuo balcone.

Lo sappiamo: il tuo primo pensiero è quello di annientarli con un’abbondante spruzzata di pesticida.

È la soluzione più immediata, certo.
Ma se ci fosse un’alternativa green a queste sostanze nocive?

Gli antiparassitari chimici potrebbero aiutarti a raggiungere lo scopo, ma allo stesso tempo:

  • sopprimono altri insetti utili,
  • alterano l’ecosistema,
  • ricoprono di sostanze tossiche le nostre piante.

E come se non bastasse, disperdono nell’aria altri agenti inquinanti.

Lasciare che i parassiti danneggino indisturbati le nostre coltivazioni e il nostro terreno è fuori discussione.

Ma cosa fare dunque?

La soluzione è semplice:

optare per un giardinaggio biologico combattendo i parassiti delle piante usando rimedi naturali.

In questo articolo vedremo insieme 3 rimedi green per sconfiggere i parassiti senza rovinare l’ambiente circostante.

Pronti?
Iniziamo subito!

Rimedio #1: Tagete

rimedi naturali per combattere i parassiti
Foto via ideegreen.it

Questo fiore così allegro e profumato è un rimedio super efficace contro i parassiti.

Conosciuto anche come Garofano d’India il tagete è una pianta facilissima da coltivare: non richiede grande cura perché si adatta molto facilmente a condizioni non ottimali, e in più grazie ai suoi colori sgargianti questa pianta annuale renderà ancora più bello il tuo giardino o il tuo terrazzo.

L’unico elemento che proprio non puoi fargli mancare? Il sole.

Ma indovina, oltre a un piacevole effetto estetico otterrai anche un efficace effetto antiparassitario.

Come accade questo?
In pratica grazie al forte odore che questo fiore emana, riesce a creare un effetto repellente e influenzare l’ambiente circostante sviluppando una vera e propria difesa per le colture limitrofe: una sorta di scudo invisibile per il vostro giardino.

E non è finita qui!

Le radici del Tagete rilasciano nel terreno delle sostanze in grado di “ripulirlo” dei vermicelli e di altri parassiti nocivi, tanto da essere spesso coltivato in prossimità di piantagioni di patate, pomodori o porri.

Insomma, un bellissima dimostrazione di come delle piante aiutino altre piante a tenersi sempre belle e in salute.

Rimedio #2: Sapone molle per piante

come combattere parassiti natualmente
Foto via Cose di Casa


A Garantire per questo prodotto ci sono importanti studi svolti da rinomate università americane:

Secondo l’Università di New Hampshire Extension, ad esempio, il sapone molle è la scelta più sicura per l’orto e il frutteto.

Ma di che cosa si tratta?

Di un sapone vegetale che stimola la produzione di reagenti naturali efficaci nel tenere lontani insetti e funghi.  Inoltre – non essendo aggressivo – aiuta a rafforzare le difese da stress causato da attacchi parassitari.

Usato già negli anni ’50, per molti è il prodotto ideale per chi vuol tenere sane e pulite le proprie piante senza impiegare sostanze chimiche e tossiche.

Può essere impiegato anche nell’ambito domestico su fiori, piante d’appartamento, rose ed arbusti.

Questo prodotto non crea reagenti tossici e non si disperde nell’ambiente.

Inoltre, essendo completamente biodegradabile non danneggia le piante su cui viene utilizzato ed è innocuo sia per noi che per i nostri amici animali.

Ma come si usa?

In genere va sciolto in poca acqua calda distillata o oligominerale.
Il dosaggio consigliato è 15 grammi per litro d’acqua, ma se l’infestazione è severa è possibile raddoppiare questa dose.

La miscela va nebulizzata sulle nostre piante infestate al mattino, anche ogni giorno, fino a che tutti i parassiti non saranno distrutti.

Chiunque abbia optato per questa soluzione ha raccolto, oltre ai risultati, anche frutti sani e bio al 100%.

Rimedio #3: Olio di Neem

rimedi naturrali per parassiti
Foto via lerecensionidigrazia

La Farmacia del villaggio”, “L’albero della Salute”, “Il Sollievo dei Malati

Sono solo alcuni dei nomi con cui viene chiamato l’imponente Albero di Neem (Azadirachta Indica), tipico delle zone subtropicali dell’India e presente in abbondanza anche in Africa, America Centrale, Caraibi e Filippine.

Dai semi del frutto di questo grande albero si estrae, per spremitura, un olio dalle straordinarie proprietà medicamentose, antibatteriche e antiparassitarie.

Quel che interessa a noi è proprio questa sua ultima proprietà: l’Olio di Neem infatti è un potente insetticida naturale che, grazie alle sostanze in esso contenute e soprattutto al principio attivo azadiractina, svolge un’attività fungicida e acaricida.

Sparso nel terreno fornisce dunque un’azione di contrasto verso i nematodi e gli insetti terricoli.

E se non fosse abbastanza riesce anche a combattere la proliferazione delle larve di Zanzara Tigre: il Neem su queste ha infatti un effetto tossico che ne interrompe il ciclo di sviluppo nell’acqua di ristagno del sottovaso.

Ma non solo!

Devi sapere che il residuo della premitura dei semi, detto “Panello”, è una sostanza vegetale che possiede un’alta percentuale di azoto organico, molto importante per la struttura fisica dei terreni che – specialmente nelle piante in vaso – è spesso scadente.

Oltre ad offrire una concimazione naturale delle nostre piante, il Neem ha quindi la proprietà di rallentare la nitrificazione dell’azoto nel terreno che provoca spesso l’ingiallimento delle piante e la scarsa qualità di frutti.

Pertanto, utilizzando prodotti a base di Olio di Neem otterremo quattro importanti risultati:

  • assorbendo l’azoto gradualmente, avremo piante sane dal punto di vista alimentare
  • eviteremo ingiallimenti e carenze di ferro e le nostre piante cresceranno sane e robuste
  • ridurremo la perdita dei nitrati
  • controlleremo lo sviluppo delle larve di Zanzara Tigre e altri insetti.

Il Neem infatti combatte pidocchi, afidi, acari, cocciniglie ed è attivo anche contro lumaconi, coleotteri e funghi, mentre risulta innocuo nei confronti degli insetti utili, con una bassissima tossicità su api e coccinelle, uccelli e animali a sangue caldo.

Come usarlo?

Basterà miscelare 5-7ml di Olio di Neem in acqua tiepida, agitare molto bene la soluzione e nebulizzare direttamente sulle piante.

L’operazione può essere ripetuta per qualche giorno finché tutti i parassiti non saranno stati eliminati.

Questi  sono solo tre delle numerose alternative ai pesticidi dannosi per la nostra salute e per quella dell’ambiente: fai la scelta giusta, aiuta la Natura con la Natura.

Hai altri rimedi 100% green da consigliarci?
Oppure hai bisogno di ulteriori chiarimenti?

Allora commenta qui sotto o scrivici sulla nostra pagina Facebook: siamo a tua completa disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.